top of page
  • Immagine del redattoreYlenia Zucconi

"Ma è davvero necessario fare colazione?"


La colazione, spesso decantata come il pasto più importante della giornata, è in realtà soggetta a una serie di miti e controversie.



Ciò che conta davvero è la qualità degli alimenti che consumiamo e il rispetto del nostro ritmo biologico. Dimentichiamo l'obbligo di mangiare qualcosa appena svegli e prendiamo in considerazione l'idea di rendere facoltativa questa tradizione.


Troppo spesso la colazione si trasforma in un banchetto di zuccheri e carboidrati raffinati, mascherati sotto l'apparenza di cibi salutari. 

Evitiamo cereali con zuccheri aggiunti e sospetti yogurt alla frutta, carichi di calorie nascoste. Optiamo invece per opzioni più sane come l'avena integrale o lo yogurt greco naturale.


Le uova, un tempo bandite per il timore del colesterolo, sono in realtà un'ottima fonte di proteine e si prestano a molteplici preparazioni, dalla classica frittata al creativo pancake proteico magari accompagnato da frutta fresca.


E se non abbiamo fame al mattino…niente panico! 


Saltare la colazione non è un crimine, basta compensare con un pasto equilibrato più avanti nella giornata. Scegliamo verdure , proteine e carboidrati sani ben calibrati per spezzare il digiuno notturno in modo sano e nutriente.


Quindi, anziché affrettarsi a mangiare snack confezionati e cedere alla tentazione di cibi lavorati e pieni di zuccheri, prendiamoci la libertà di non farla affatto.


Semplifichiamo la nostra vita e ascoltiamo il nostro corpo, concedendogli la libertà di decidere quando e cosa mangiare.


70 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page