top of page
  • Immagine del redattoreYlenia Zucconi

Cura intestinale!

Disbiosi: come prendersi cura del proprio intestino


Ti capita spesso di accusare gonfiore addominale, tensioni e fastidi intestinali? Hai mai sentito parlare di disbiosi? Questi disturbi sono tra i più comuni e tantissime persone ne soffrono. Ma andiamo più a fondo e scopriamo cosa vuole dirci il nostro intestino con questi segnali e come possiamo prendercene cura.


Il ruolo dell’intestino

Forse non tutti sanno che l’intestino ricopre un ruolo centrale nel mantenimento dello stato di salute del nostro organismo. È responsabile di gran parte del sistema immunitario e della secrezione di ormoni che influenzano moltissime cose: dall’appetito all’umore.

Il protagonista indiscusso di tutte queste funzioni è il nostro microbiota, cioè l’insieme di microrganismi che popolano la barriera intestinale. Il nostro intestino, infatti, è in grado di fornire al microbiota un ambiente protetto e ricco di nutrienti, favorendone quindi la colonizzazione e la crescita, mentre il microbiota aiuta a mantenere il nostro stato di salute e benessere svolgendo importantissime funzioni, tra cui:

  • Aiuta a regolare il peso corporeo decidendo quanta energia estrarre dal corpo e controllando i segnali di fame,

  • Protegge l’intestino dagli invasori e istruisce il sistema immunitario,

  • Produce ormoni e sostanze in grado di influenzare l’umore, l’appetito e lo stato di salute.

Prendersi cura del proprio intestino significa prendersi cura di sé

Sì, è proprio così. Prendersi cura del proprio intestino significa prendersi cura di sé. Questo perché avere una barriera intestinale sana è fondamentale a mantenere il buon funzionamento del nostro corpo ed è utile a proteggerci da infezioni e malattie autoimmuni come artrite, tiroiditi e psoriasi.

Al contrario, una barriera intestinale danneggiata non sarà in grado di svolgere le sue funzioni al meglio con conseguenti processi di malassorbimento e ripercussioni sul nostro stato di salute.


La disbiosi intestinale: cos’è?

È il caso della disbiosi intestinale, l’alterazione degli enzimi e della flora batterica causata dalla compromissione della relazione tra microbiota intestinale e il nostro corpo.

Tra le principali cause di disbiosi troviamo:

  • Dieta scorretta e alimenti di qualità scadente,

  • Abuso di alcol,

  • Fumo,

  • Intolleranze,

  • Terapie antibiotiche,

  • Stress,

  • Infezioni intestinali,

  • Stipsi cronica.

La disbiosi intestinale: come curarla?

Il primo passo per prenderci cura del nostro intestino è quello di adottare un’alimentazione corretta, sana e funzionale. È importantissimo introdurre nella nostra dieta alimenti che vadano a nutrire il nostro microbiota intestinale, come i cereali integrali, frutta e verdura, pesce grasso, cacao e olio extravergine di oliva, limitando invece alimenti irritanti e pro-infiammatori come lo zucchero, i dolcificanti ed i grassi trans contenuti nei prodotti industriali.


11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commentaires


bottom of page